92/2015: Andrea Camilleri, La pista di sabbia, Sellerio 2007, pag 263

Andrea Camilleri, La pista di sabbiaQuella ‘pista di sabbia’ davanti a casa di Montalbano

Tra cavalli, cadaveri, corse clandestine organizzate dalla mafia e corse di beneficienza organizzate dalla nobiltà locale, Camilleri porta il lettore a guardare dentro uno specchio, con la convinzione di potervi scorgere la verità. Ma spesso la verità non è quel che sembra         di Uberto Martinelli

“La pista di sabbia” comincia con il ritrovamento del cadavere di un cavallo sulla spiaggia situata davanti alla casa del commissario Montalbano, un tragico evento da cui si dipana un intreccio geniale e imprevedibile, attraverso ippodromi, maneggi, ville sontuose, allevamenti di purosangue, personaggi strambi, criminali, belle donne e, naturalmente, anche il ritrovamento di un altro cadavere, questa volta umano.

Strepitosa, da far venire le lacrime agli occhi per la comicità, è la descrizione della cena di gala a cui Montalbano è costretto a partecipare, preludio di una corsa al galoppo tra gentildonne, cena durante la quale il commissario ha la ventura di conoscere il mondo ridicolmente snob che anche nella realtà, a volte, fa da contorno al mondo equestre.

Così, tra nobili, presunti cavalieri vestiti da caccia alla volpe o da ufficiali dei lancieri del Bengala, Montalbano è incapace di rimanere se stesso, arrivando a scimmiottare i gesti e le espressioni altrui, senza conoscerne il reale significato, desiderando solo che tutto finisca al più presto. Una situazione surreale che, prima o poi, capita a tutti di vivere nella vita, ancor più insopportabile per uno come il comissario di Vigata, che “… Mai, in vita sò, era acchianato supra un cavaddro!…” (Mai, in vita sua, era salito su un cavallo).

Tra cavalli, cadaveri, corse clandestine organizzate dalla mafia e corse di beneficienza organizzate dalla nobiltà locale, Camilleri porta il lettore a guardare dentro uno specchio, con la convinzione di potervi scorgere la verità. Ma spesso la verità, proprio come l’immagine riflessa di uno specchio, in cui la destra diventa la sinistra e viceversa, non è quello che sembra. Un capolavoro.

LA PISTA DI SABBIA
di Andrea Camilleri
SELLERIO EDITORE PALERMO
Prezzo: € 12

di Uberto Martinelli

http://www.quotidiano.net/cultura_e_libri/2007/11/19/48068-quella_pista_sabbia_davanti_casa_montalbano.shtml


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: