120/2015: Arne Dahl, Falso bersaglio, Marsilio 2011, pag 424

Arne Dahl, Falso bersaglioAl Kvarnen, noto locale di Stoccolma, dopo una partita di calcio deludente per i padroni di casa viene ucciso un giovane tifoso. Un caso di routine, ben lontano da quelli cui è abituato il Gruppo A, ma visto che l’unità speciale per i crimini internazionali è stata sospesa, Paul Hjelm e Kerstin Holm finiscono per doversi occupare anche di un banale regolamento di conti tra tifoserie rivali. E per scoprire ben presto che i testimoni del Kvarnen nascondono qualcosa. Dopo quell’omicidio, una serie di crimini di ben altro calibro colpisce al cuore una delle bande più agguerrite della malavita organizzata, e una singolare caccia a una vulnerabile coppia di giovani ha inizio lungo le strade del sud della Svezia. Nell’esplosione di violenza che sconvolgerà l’estate svedese, la nuova sfida del rinato Gruppo A porta gli “sbirri maledetti” di Jan-Olov Hultin a confrontarsi con criminali dei Balcani e cricche neonaziste, in un’indagine aperta su più fronti, dove sottile scorre il filo dell’ideologia e del sangue cattivo. Affermatosi come uno dei massimi scrittori di genere del Nord, con il suo sguardo profondo sulla complessità della vita, Arne Dahl dà prova della sua rara capacità di mettere a fuoco lo stato della società, confermandosi maestro di suspense e realismo.

http://www.giallosvezia.it/books/9788831708074-falso-bersaglio


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: