163/2015: Remo Teglia, Mala Castra, Avagliano 2014, pag 166

Remo Teglia, Mala CastraFra i grandi autori del Novecento e fra i maggiori scrittori sulla Seconda Guerra mondiale, con un romanzo corale quale è Mala Castra è riproposto da Avagliano, sotto la cura di Daniela Marcheschi, Remo Teglia (1913 – 1975). I suoi romanzi pubblicati da Einaudi dalla metà degli anni Sessanta, erano usciti dal circuito editoriale. Merito della curatrice e dell’editore la riproposta di questo primo romanzo e dall’Album fotografico sull’autore di Marginone, frazione contadina di Altopascio. Teglia ha una scrittura essenziale, ritmica e di grande penetrazione. Maestro di antiretorica e fra i pochi che sta al pari di Beppe Fenoglio e di Guglielmo Petroni di Il mondo è una prigione. Non possiamo che concordare con Daniela Marcheschi laddove scrive: «Teglia racconta le azioni militari e i loro protagonisti come una serie di quadri esemplari: la marcia, l’imboscata, il battaglione. Dialoghi serrati, ritmo dinamico della scrittura, chiarezza e tornitura della lingua fanno di Teglia uno dei migliori narratori italiani». A presto, speriamo, la riproposizione di La Ballata del mezzadro e di Terra e ghiaie.

http://www.ilcittadino.it/p/notizie/speciale/2014/05/08/ABWfjtBE-maestro_doppia_riscoperta_teglia.html


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: