Fabrizio De André, tutta la sua arte in un box. Dori Ghezzi: “Faremo un film biografico”

Fabrizio De André, tutta la sua arte in un box. Dori Ghezzi: "Faremo un film biografico"

di  per LA REPUBBLICA

Prima quello dei live, ora un gigantesco cofanetto intitolato “Fabrizio De André. In studio” che raccoglie tutti gli album del cantautore e un libro di 200 pagine. E mentre si cercano inediti (“quacuno li ha”), l’ultima moglie (“non vedova”) Dori Ghezzi annuncia un film nel 2017: “Ma manca ancora il protagonista”

Dopo il cofanetto (ma viste le dimensioni, parliamo piuttosto di un volume da enciclopedia) con i dischi live, esce Fabrizio De André. In studio, con l’intera discografia di studio. Tredici album, da Volume 1 del 1967 ad Anime salve del 1996, con tutti i capolavori che il pubblico ama ancora adesso, da Bocca di rosa a Un giudice, dalla Canzone del maggio a Giugno ’73, da Creuza de mä alla Domenica delle salme. Più quasi 200 pagine con magnifiche foto, interviste d’epoca, testimonianze dei collaboratori (e i suoi sono stati, tra gli altri, giganti come Gian Piero Reverberi, Franz Di Cioccio, Nicola Piovani, Francesco De Gregori, Massimo Bubola, Mauro Pagani, Ivano Fossati). Infine, un cd con i singoli che mai uscirono nei dischi originali, come Il fannullone, Geordie e Il pescatore. Il tutto a 99 euro, “e già solo scaricare gli album da iTunes costerebbe di più”, sorride Dori Ghezzi, ultima moglie (“vedova no, vi prego”) di Faber.

Ma in più appunto c’è il cospicuo materiale di foto e testi, dedicato anzitutto al De André in sala di incisione, per conoscere più da vicino gli atteggiamenti e il suo metodo di lavoro. E questo fa scattare una domanda tipica del fan: esiste materiale inedito? “Probabilmente sì – dice Dori Ghezzi – ma non ne dispongo io. Fabrizio cambiò varie case discografiche, quindi provini, abbozzi, registrazioni, sono dispersi qui e là, chissà dove. Ma qualcuno li ha. Noi della Fondazione possiamo solo vigilare”. Tutto quello che ha in mano lei è qualche annotazione di quello che sarebbe stato il suo nuovo lavoro dopo Anime salve, I notturni. “Sarebbe stata una suite di fine millennio, declinata in quattro versioni, etnica, rock, classica e jazz. Ma l’avrebbe composta davvero dopo il tour che fu interrotto per la sua malattia”.

Qualcosa però si potrebbe sentire l’anno prossimo in due serate speciali in corso di organizzazione a Milano e Roma. “Un omaggio che realizzeremo con i Conservatori, in cui punteremo anche sui Notturni e sulla declinazione della musica di Fabrizio in quelle quattro versioni. A Roma sarà a Santa Cecilia, a Milano vedremo, amerei il Castello Sforzesco ma è piccolo, forse l’Arena. È ancora tutto da decidere”.

Infine, annuncia Dori Ghezzi, nel 2017 uscirà un film biografico cui si sta cominciando a lavorare (manca solo la cosa più importante, l’attore protagonista “che deve essere italiano e credibile, pur senza essere un sosia”), con la sceneggiatura di Francesca Serafini e Giordano Meacci, quelli di Non essere cattivo, e la regia di Luca Facchini, e che uscirà nel 2017.

Aggiungiamoci poi gli omaggi non ideati dalla Fondazione, che comunque sorveglia su tutto, come gli spettacoli teatrali e televisivi, ed è chiara una cosa che in realtà era già nota: l’interesse su De André non accenna a smettere a 16 anni dalla morte. Anzi. “Perché sa parlare ancora alle nuove generazioni, addirittura a chi è nato dopo la sua morte. A me arrivano molte tesi di laurea su di lui, in particolare sulla Buona novella, un disco che capisco benissimo possa affascinare ragazzi imbevuti ancora di idealismo e speranze. Anche se non è un disco anti-religioso, tanto che credo che questo Papa stia dicendo, quarant’anni dopo, le stesse cose di Fabrizio”.

faber10faber11
faber7
faber6
faber5
faber3
faber2
faber 1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: