185/2015: Maurizio de Giovanni, Anime di vetro, Einaudi 2015, pag 395

(ANSA) – ROMA, 12 LUG – MAURIZIO DE GIOVANNI, ANIME DI VETRO (EINAUDI, PP. 394, EURO 19). Subito in testa alla classifica dei libri più venduti di narrativa italiana, ‘Anime di vetro’ di Maurizio De Giovanni vede il commissario Ricciardi condurre un’indagine non autorizzata e l’ingresso di un nuovo personaggio, la contessa in rovina Bianca Borgati che si rivolge a lui per risolvere i suoi problemi familiari e lo conquista. “La contessa scompiglia un po’ le carte. Ricciardi è attratto da Bianca pur rimanendo saldo il suo sentimento nei confronti di Enrica” racconta all’ANSA De Giovanni. C’è anche un nemico nuovo, una contrapposizione: quella tra Ricciardi e Falco, l’agente dell’Ovra che sorveglia il commissario. Sullo sfondo quell’epoca affascinante e poco raccontata che sono gli anni ’30. “All’inizio è stata casuale la scelta di questa ambientazione che è un modo di leggere noi stessi, non è un’epoca passata, i nostri nonni o genitori erano vivi e gli effetti di quegli anni ancora si sentono” dice lo scrittore.
Tutti i libri di Ricciardi “sono sempre stati nei primi dieci più venduti in assoluto, ma è la prima volta – dice lo scrittore – che sono in testa alla classifica di narrativa italiana con ‘Anime di vetro’. E’ il consolidamento di un successo che non ha una ricetta. Credo che la partecipazione affettiva, il voler bene ai propri personaggi faccia sì che questo affetto si trasmetta all’esterno. L’emotività che c’è attorno alla storia fa sì che il lettore – dice De Giovanni – si senta coinvolto anche in romanzi neri, che non a caso sono stati definiti ‘dei noir sentimentali'”.
L’integerrimo Commissario Ricciardi – dall’intuito straordinario e dalla misteriosa capacità di percepire le ultime parole di chi sta morendo, ma di morte violenta – si sente diverso, immerso in una strana solitudine ma riserva tante sorprese in ‘Anime di vetro’. In un momento d’oro per il suo Commissario che è anche protagonista di una pièce che ha visto, l’11 luglio a Villa Doria Pamphilj a Roma, la prima volta in scena il suo inventore, De Giovanni dice: “Mi guardo bene dal fare l’attore o dal recitare”. Intanto, la saga dedicata a Ricciardi, partita nel 2007, è arrivata con ‘Anime di vetro’ a otto romanzi e “il prossimo anno a Ricciardi sarà dedicata anche una serie tv”. “In otto romanzi è stato creato un mondo vero e proprio di tremila pagine” afferma lo scrittore, 57 anni, autore di un’altra serie di successo, questa volta di ambientazione contemporanea, quella dei Bastardi di Pizzofalcone con la squadra dell’ispettore partenopeo Lojacono che diventerà una saga tv in sei puntate per Rai1. “Si inizia a girare in autunno con la regia di Carlo Carlei. Io ho collaborato alla sceneggiatura. Gli attori non hanno ancora firmato il contratto” sottolinea De Giovanni e annuncia che anche per Ricciardi “c’è il progetto, l’anno prossimo, di una fiction per Rai1. Mi sono riservato anche in questo caso la partecipazione alla sceneggiatura”. (ANSA).

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/unlibroalgiorno/2015/07/12/anime-di-vetro-per-commissario-ricciardi_d7967f8a-28d1-432e-943e-1cefa6d5943b.html


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: