63/2016: David Cordingly, Storia della pirateria, Mondadori 2015, pag 317

9788804516491_0_170_0_75David Cordingly è uno dei massimi esperti mondiali di storia della pirateria, in questo avvincente saggio fa luce su una realtà misconosciuta fatta di uomini duri e brutali, alle pese con violenza, confusione, tribunali. Senza tralasciare l’aspetto culturale, ovvero come sono nati e si sono evoluti gli stereotipi ed i falsi miti che ritroviamo oggi nella finzione narrativa e cinematografica. Per continuare ad apprezzare quest’ultima, ma conoscendone anche i fondamenti storici. con questo libro Cordingly smonta l’immaginario esotico e romantico dell’epoca d’oro della pirateria, il mito romantico e un po’ esotico del pirata un po’ istrione e simpatica canaglia creati dal cinema e dalla letteratura (L’Isola del tesoro e Peter Pan sopratutto) con tanto di galeoni e tesori sepolti, insomma un mondo parallelo dove i pirati diventano addirittura i buoni, assunti a simbolo di anarchia e ribellione all’autorità. Ma la pirateria tra il XVI ed il XVII secolo è ben distante dagli abusati pappagalli, dalle gambe di legno, dei tesori sepolti e dalle passerelle pencolanti su cui i prigionieri e i traditori erano costretti a camminare. Insomma, chi erano davvero i pirati? Come vivevano e come si vestivano? E come si spiega la loro fulminea ascesa e caduta? Seppellivano davvero i tesori? Come erano fatte le navi pirata? Nel libro c’è tutto. E comunque ciò che ne risulta, anche al netto del mito, è un mondo tutto sommato democratico, nel quale vigono regole ben precise e gli equipaggi eleggono o designano il loro capitano, uomo o donna in realtà solo due: Anne Bonny e Mary Reed. Cordingly ci racconta il mondo dei pirati sopratutto sulle rotte dei Caraibi, spiegando le differenze tra le varie navi e narrando le terribili punizioni inflitte a traditori e prigionieri. Ci sono le avventure dei più grandi pirati: William Kydd, Edward Teach called Barbanera, Francio Barke, Bartholomew Roberts called Black Bart, Stede Bonnet, Anne Bonny, John Rackham called Calico Jack, George Clifford, Bennet Craham, Edmund Condent, Captain Dulaien, Edward England (the original Jolly Roger, Henry Every, Nicolas Filzgerald, William Fly, Martin Frobisher, John Hawkins, Curzon Howe, Thomas Lavandish, Edward Low, Henry Morgan, Tony Mangel, Michele called Basco, Christopher Moody, Francesco Nau called Olonese, Bartolomeo, John Quelch, Mary Read, Rock the Brasilian, Thomas Tew, William Thompson, Charles Vane, Richard Worley, Emanuel Wynne, Grace O’Malley. E la caccia delle potenze navali europee a questi briganti dei mari, integrando il tutto ottimamente con aneddoti, tabelle e cartine.
Sicuramente uno dei testi più accurati sui pirati, insieme all’omonimo libro “Storia della pirateria” di Philip Gosse edito in Italia da Odoya.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: