74/2016: Jorn Lier Horst, Bassa stagione, Rizzoli 2016, pag 315

download-2Larvik è una località turistica sul mare, piena di cottage colorati e spiagge che sembrano vergini. Sorge sulla costa occidentale norvegese ed è molto frequentata. In quest’angolo di mondo, caratterizzato da una natura incontaminata, il silenzio regna sovrano. Ciò nondimeno, durante una fine settimana, qualcuno commette un omicidio. In uno dei cottage di legno rosso viene rinvenuto il cadavere di un giovane con il volto coperto da un passamontagna. Il cottage, adibito ad abitazione, è stato messo a soqquadro e svaligiato. La scena del scrimine lascia supporre che potrebbe trattarsi di una lite tra complici finita in modo drammatico. Ma William Wisting, l’ispettore di polizia a cui è stato affidato il caso non ne è convinto e comincia subito la caccia agli indizi. Wisting è un cinquantenne dal viso largo con gli occhiali da lettura sempre pronti in tasca. Il giorno dopo Line, giornalista ma anche figlia dell’ispettore Wisting scopre un secondo cadavere sulla spiaggia. Anche Line conosce bene l’arte dell’investigazione ma è coinvolta in una relazione sentimentale che la mette in una posizione scomoda e delicata. In apparenza, si potrebbe configurare un possibile conflitto di interessi anche per Wisting. La giornalista inizia ad indagare, naturalmente in via ufficiosa, tuttavia il suo lavoro si rivelerà essere fondamentale per le indagini medesime che presto, lasciano intravvedere un quadro più vasto e clamoroso, con tanto di risvolti internazionali infatti, i due cadaveri, sembrano essere legati ad un traffico internazionale di droga attraverso il mar Baltico.

L’autore, Jorn Lier Horst è un ex poliziotto e le sue indagini sono per forza di cose legate alla sua precedente occupazione. Horst viene immediatamente dopo Jo Nesbo in Norvegia, sia per popolarità che per copie vendute e le indagini dell’ispettore William Wisting sono già giunte al decimo romanzo.

tipi

©RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: