Il richiamo di Alma è la storia di un desiderio irrealizzabile, ma è anche una rappresentazione poetica del gioco dell’amore, fatto di fughe imprevedibili e inseguimenti disperati, ambientata in una Trieste incantata, fuori dal tempo, pronta a nascondere fra le pieghe del tempo una ragazza affascinante, eternamente in fuga, dalle sembianze in continua evoluzione. Proprio come la città che la ospita e la protegge e che nel corso della sua storia ha ammaliato vari artisti, scrittori, poeti e, probabilmente non ultima, Vanna Vinci stessa.

Il risultato è una splendida narrazione sospesa nel limbo della fantasia, con disegni e atmosfere sublimi e personaggi sfuggenti, imprendibili. Una storia da leggere tutto d’un fiato ascoltando una musica dolce, ma a basso volume, per sentire in lontananza anche il rumore e il profumo del mare.

di  Il SOLE24ore

FOTO